Enrico Trione

Enrico Trione (1968) è nato e vissuto a Pont Canavese (To), piccolo paese situato all’imbocco del Parco Nazionale del Gran Paradiso.

Nell’agosto del 2001 è prematuramente scomparso a soli 32 anni, lasciando un vuoto incolmabile in chi aveva avuto modo di conoscerlo e di apprezzarne le grandi doti umane.

Per ricambiare il dono della sua amicizia e tenere vivo il suo ricordo gli amici hanno voluto dedicargli il premio “Una fiaba per la Montagna ”, nato nel 2002.

Diplomatosi in Informatica, Enrico Trione ha lavorato nel settore delle tecnologie informatiche presso una nota azienda del torinese.

La montagna, assaporata nelle tante escursioni con gli amici di sempre, e la scrittura, coltivata per anni con segreta dedizione, sono state le sue grandi passioni. La sua formazione letteraria si è compiuta soprattutto attraverso la lettura dei grandi romanzieri tedeschi del ‘900, con particolare interesse per l’opera di Hermann Hesse e Thomas Mann.

Molto attivo nella vita associativa del paese, è stato fra i fondatori dell’associazione culturale “’L Peilacan”, nonché curatore ed “anima”, per sette anni, dell’omonima rivista.

Nel 1997 ha pubblicato presso “L’autore Libri Firenze” il romanzo “Storia di Pietro” ed ha conseguito importanti riconoscimenti letterari come autore di fiabe e racconti.

Nel 2001 si è classificato secondo al concorso “Leggenda cercasi – La Bella Dormiente ”, bandito dal sito “Canavese Web”, con il testo “Una favola”.

Nello stesso anno ha conquistato, con la fiaba “Il vecchio che vede i sogni degli altri”, il quinto posto nella X edizione del prestigioso premio letterario “Montagne d’argento – Sogni nel cassetto”, promosso da Keltia Editrice di Aosta e Regione Autonoma Valle d’Aosta.

 

Lascia un commento